Italia, aumentano le tariffe postali

I costi per lettere e raccomandate in aumento dal 1 gennaio 2013 per effetto della delibera Agcom

tariffe postaliL’Agcom ha approvato l’aumento delle tariffe: per una spedizione ordinaria in Italia il prezzo salirà a 70 centesimi, in Europa a 85. Tempi duri per i collezionisti di QSL via diretta, la stangata economica colpisce anche gli appassionati del DX e della conferme cartacee via diretta. Dal 1 gennaio 2013 infatti subiranno un aumento le tariffe postali italiane, in particolare prezzi lettere e prezzi raccomandata. A decidere l’aumento delle tariffe postali dal prossimo anno è stata l’Agcom con la delibera n. 640 con oggetto: “Approvazione della manovra tariffaria di Poste Italiane” e pubblicata sul sito dell’Autorità per le Comunicazioni alla vigilia di Natale ed è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale

Ecco gli aumenti delle tariffe:

Con incrementi variabili dal 15 % (lettera ordinaria) al 40 % (spedizioni extra-standard comprese tra 20 e 50 grammi).

L’invio base, quello di una lettera “piccola” o di una cartolina in Italia, passerà dagli attuali 60 a 70 centesimi, con un incremento di circa il 15 %.
Per effettuare lo stesso invio verso l’estero (Comunità Europea o paesi del bacino del Mediterraneo) il rincaro sarà sempre di 10 centesimi, passando da 75 a 85 centesimi di euro.
Gli aumenti si fanno più consistenti per le spedizioni di altro formato: per una lettera “non standard” con peso sino a 20 grammi, il rincaro sarà del 35 %, in quanto si passerà da 1,40 a 1,90 euro.
L’incremento sarà ancora più vistoso per le lettere “extra-standard” con peso fino a 50 grammi: il prezzo passerà da 1,50 a 2,10 euro, con una crescita del 40 %.

La serie di aumenti sui prodotti postali non risparmierà nemmeno la posta raccomandata: per una spedizione di questo tipo le tariffe aumenteranno di 30 centesimi per il formato più piccolo (fino a 20 grammi), con un costo che passerà da 3,30 a 3,60 euro.
Gli invii classificabili nel secondo scaglione di peso saranno invece aumentati di 20 centesimi: per una raccomandata con un peso inferiore ai 100 grammi la tariffa passerà da 4,75 a 4,95 euro.

Certamente l’uso delle nuove teconologie e delle conferme via web ci consentono di evitare costi inutili, mentre per gli appassionati della QSL tradizionale il bureau si conferma il sistema più vantaggioso. Buone conferme a tutti!

What Next?

Related Articles

Leave a Reply

Submit Comment
*

Desidero ricevere un avviso via email se ci sono nuovi commenti.
E' possibile anche iscriversi senza commentare.