Log4OM un LOG per OM

Abbiamo con noi, Daniele Pistollato IW3HMH che ci racconterà del software Log4OM, un software per gestire il LOG di stazione che sta avendo un grandissimo seguito e che merita di essere conosciuto dai lettori di dxcoffee.

  • Ciao Daniele, dicci qualcosa di te.

Sono un programmatore e analista software per una azienda che opera nel campo della finanza. Radioamatore da quando avevo 16 anni sono attivo abbastanza raramente in radio, perché il poco tempo a disposizione dal lavoro è sempre più diviso tra lavoro e famiglia. Da quando ho iniziato a sviluppare Log4OM il tempo si è poi ulteriormente ridotto e attualmente mi ritaglio gli spazi per la radio nei weekend, dove amo girare per la laguna di Venezia e attivare isole con il mio fido FT-897, giusto per non perdere l’abitudine e per testare “sul campo” il software. Molte delle ottimizzazioni vengono proprio dalla mia esperienza personale nell’uso del software.

log4om-1

  • Quando e come è nato Log4OM?

Log4OM è nato dall’esigenza di avere uno strumento rapido per trasformare in ADIF i miei QSO cartacei, fatti durante l’attività portatile. Inizialmente era solo un data entry ottimizzato per l’inserimento rapido di call, data, ora, modo e banda al fine di esportare un file ADIF da importare nel mio log dell’epoca. Poi, piano piano, ho aggiunto il supporto a QRZ.COM, perché quest’adif avesse almeno il DXCC e il nome dell’operatore. Alla fine, da cosa nasce cosa, ero stanco dei limiti che l’interfaccia del mio vecchio log mi dava… avevo sempre bisogno di un pulsante che facesse qualcosa… di un “tasto destro” che mi permettesse di modificare qualcosa… e mi sono sviluppato il mio software “in casa”. Inizialmente per me, poi è stato condiviso con i primi amici e poi è stato notato anche fuori dai confini nazionali…

  • In che linguaggio di programmazione è sviluppato il codice?

Log4OM è sviluppato interamente in C# su framework .NET 4.0. Lo sviluppo è su un progetto Visual Studio 2010 Pro, ma in questi giorni lo porterò a 2013, mantenendo comunque la compatibilità con .NET 4.0 che consente alla vastissima platea di utenti di Windows xp di utilizzarlo.

  • E’ prevista una versione per Linux?

Inizialmente le prime versioni di Log4OM erano compilate per Windows e per Linux, con le librerie MONO, che simulano le librerie .NET. Esiste ancora una versione “archeologica” che conservo nel PC per ricordo…

Tutto funzionava, lato programma, ma le librerie MONO all’epoca erano molto difettose… ogni volta che arrivavi alla fine di una tabella la libreria saltava e il programma crashava in maniera non controllabile da codice, con il risultato che ogni 2 minuti eri fuori.

Alla fine ho abbandonato la cosa, che però mi ha lasciato in eredità la scelta di non salvare nulla nel registro di sistema, ma solo in cartelle accessibili all’utente. Questo ha fatto si che, di fatto, lo stesso eseguibile che installi con il setup possa essere usato senza alcun problema in una installazione su chiavetta USB, con un copia-incolla e una modifica ad un file xml.

  • Di che cosa ti occupi, in particolare, per la realizzazione del programma? Fai da solo oppure c’è un team?

Sono l’unico sviluppatore del progetto, ma lavoro in un team eccezionale che si è creato nel tempo e che ha nei suoi “pilastri” due “ragazzotti” di navigata esperienza come Chuck K7PT e Terry G4POP. Ogni idea è discussa e approvata da noi tre, e poi portata a conoscenza del team di Alpha e Beta testing. Sono gli stessi radioamatori che, inizialmente, hanno accompagnato Simon Brown (l’autore di Ham Radio Deluxe ora passato al software per SDR) nello sviluppo del programma e nel disegno delle sue interfacce. Questo mi ha consentito anche di conoscere Simon, e attualmente in Log4OM ci sono idee che nascono anche dalla sua collaborazione e dai suoi suggerimenti.

Il gruppo, allargato agli alpha e beta testers è poi FONDAMENTALE per la gestione del forum e per rispondere alle numerose richieste di implementazioni, modifiche, migliorie o semplicemente alle richieste di supporto che arrivano dagli utenti. Se non fosse per loro sono certo che Log4OM non sarebbe così apprezzato nel mondo.

  • Quali saranno le prossime novità del software?

Sto lavorando all’interfaccia per il K1EL Winkeyer, oltre che a numerose piccole migliorie e sistemazioni. Il prossimo passo, dopo la release del Winkeyer sarà probabilmente l’integrazione di altri software per modi digitali (attualmente sono supportati i software per JT65 in tutte le loro versioni, FlDigi e DM780 nella versione free. C’è poi la questione dei callsign database da usare offline, l’integrazione con altri sistemi di CAT, un’interfaccia per la gestione base della radio… insomma, un mare di cose da fare con il mio motto, che tradotto in termini banali è: una cosa alla volta, ma fatta bene.

Da molte parti mi è stato chiesto di creare un’interfaccia per i modi digitali “nativa” di Log4OM, ma questo è un progetto che prenderò in considerazione quando Log4OM sarà sufficientemente pieno di tutte le funzionalità utili e ci sarà rimasto poco da sviluppare. Non ha senso dividere il tempo per fare due software discreti quando puoi fare un software buono nel suo campo e sfruttare gli ottimi prodotti dedicati che la comunità radioamatoriale crea per coprire le altre esigenze.

  • Hai aiuto da parte degli OM?

Certo, guai se non fosse così. Il forum conta più di 500 utenti registrati (senza contare che è possibile leggere tutto senza necessità di registrazione). Senza il supporto che la comunità radioamatoriale da, e si da al suo interno e nel forum, rispondere alle decine di istanze che ogni giorno arrivano da nuovi utenti che chiedono come usare al massimo il software sarebbe un compito improbo per una persona sola. Recentemente Terry ha avuto la (brillante) idea di realizzare dei video su youtube che spiegano le diverse parti del software. Sono cliccatissimi, e molto apprezzati.

Anche il manuale (oltre 200 pagine ricche di immagini e spiegazioni) è un lavoro che viene fatto da altri e recentemente ha visto la nascita della versione Francese, sempre ad opera di un radioamatore volenteroso.

  • Esistono dei Beta-Tester che ti segnalano eventuali bug del programma?

Le segnalazioni arrivano da un team di Alpha testing che viene attivato su cose particolari, altrimenti direttamente dai beta tester, che sono un gruppo di persone che hanno chiesto di poter collaborare con la realizzazione del software testando le modifiche e le novità. La partecipazione è abbastanza libera, l’unico “impegno” (non esistono obblighi, né avrebbe senso se fossero posti) è di provare le nuove versioni e testarle (nei limiti della disponibilità e del tempo di ognuno).

Raramente (per fortuna) succede che certe cose siano segnalate direttamente dagli utenti finali, dopo il rilascio. Se accade valuto il problema e se la gravità fosse tale da creare problemi (o introdurre potenziali errori nel log) entro 1-2 giorni una versione aggiornata del software potrebbe essere resa pubblica.

La struttura adottata per la gestione del software mi consente di essere estremamente agile nella creazione di nuove versioni. L’unico limite è la naturale tendenza dei radioamatori a distaccarsi da software che hanno aggiornamenti troppo frequenti (e non è nemmeno un bel biglietto da visita se sei costretto ad inseguire gli errori con release settimanali).

  • Credi sia possibile lo sviluppo di Log4OM anche per la gestione dei contest o il programma è nato esclusivamente come log di stazione?

Log4OM supporta la gestione dei contest in maniera semplice, con tutto quello che serve per gestire un contest dal punto di vista del log.

Come dicevo prima, per creare un OTTIMO software è necessario essere un OTTIMO conoscitore della materia. Ci sono decine di contest, ognuno con le sue regole che cambiano di volta in volta, ognuno con i suoi modi di calcolare punti, moltiplicatori e quant’altro. Per fare un software di contest devi conoscere a fondo le modalità con cui si svolge, essere un operatore che cerca la migliore posizione in classifica, che conosce l’ergonomia di una gara di questo tipo e sa ciò che serve e dove serve.

E poi devi avere un piano di rilasci per adattare il software ad ogni contest che varia, cosa che raramente è compatibile con le “operazioni a cuore aperto” che si fanno sul software per aggiungere nuove funzionalità. Non escludo un giorno di approcciare la materia in maniera più ampia, ma se lo farò sarà solo per creare un software che sia in grado di “imparare” e di far costruire all’utente (e poi magari condividere con tutti) la struttura di un contest e le sue regole, che possano semplicemente essere caricate nel software come se fossero un plugin, un po’ come per gli oltre 60 awards che Log4Om supporta e che vengono caricati e “imparati” da un file XML.

  • Quali sono le funzioni innovative di Log4OM

Log4Om ha diverse funzioni uniche, mai viste prima in un software di log, e questa è forse la cosa più difficile da trovare in una tipologia di software per il quale esistono decine e decine di alternative.

Le mie preferite sono due:

La prima è il “super cluster”. A differenza del cluster tradizionale dove “chi ascolta” ti mette uno spot, e dove lo spot è figlio dell’interesse per quel nominativo e quella referenza, il supercluster sfrutta le informazioni (call, modo, frequenza, data e ora dell’ultimo QSO inviato ad HRDLOG) che diversi software di log (tra cui Log4OM) inviano ogni minuto ad HRDLOG.NET.

Queste informazioni, grazie alla preziosissima collaborazione di Claudio IW1QLH, vengono raccolte da Log4OM che le elabora e fornisce una mappa di tutte le stazioni che sono attive in questo momento. Grazie ad un sistema di “scoring” interno che elabora i parametri ricevuti Log4OM è in grado di capire se l’utente dall’altra parte sta chiamando, è in caccia, è davanti alla radio o l’ha lasciata semplicemente accesa e di dirti su che frequenza e su che modo sta, permettendoti di trovarlo anche se non è di interesse per nessuno (e quindi non merita uno “spot”). Questa è ovviamente una “marcia in più” quando sei alla ricerca di stazioni USA per il WAS… o quando cerchi operatori attivi su paesi non presenti nel cluster “classico”.

Un’altra cosa interessante è la gestione delle NET, pienamente utilizzabile dal software ma anche questa integrata con il sito HRDLOG.NET. Tramite il sito puoi partecipare ad una NET semplicemente sintonizzandoti sulla frequenza indicata e cliccando un tasto sulla pagina. Il tuo nominativo apparirà entro pochi secondi direttamente nella lista dei partecipanti al NET nel Log4OM del “gestore” della NET stessa.

Oltre alla gestione dei net io ho immaginato questa funzionalità a supporto delle “stazioni guida” che gestiscono spedizioni particolari e che devono tenere una lista delle stazioni da passare al corrispondente per il QSO.

A nome di tutti i lettori di dxcoffe, ti ringrazio per la pazienza e per averci illustrato Log4OM e ci auguriamo che il software possa avere il successo che merita.

Questo il link per il forum di Log4om: http://www.pisto.it/forum/

log4om-3

Questo il link per fare il download del programma: http://www.pisto.it/wordpress/ham-radio-software-log4om/

What Next?

Recent Articles

One Response to "Log4OM un LOG per OM"

  1. Giorgio IK2DUV ha detto:

    mi pare di capire che il forum e’ relativo e specifico solo sul programma in questione, non e’ un forum di argomenti in generale come ARI FI..e’ corretto

Leave a Reply

Submit Comment

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi